Sin dalla sua istituzione, il Consiglio svolge un’azione di indirizzo delle priorità strategiche della politica nazionale anticontraffazione attraverso la programmazione e la messa a sistema degli interventi di lotta alla contraffazione e all’Italian Sounding per ottenere un valore aggiunto in termini di concretezza operativa delle misure adottate e di capillarità delle stesse a livello territoriale.

Partecipano ai lavori del CNALCIS in qualità di Membri i rappresentanti dei vertici politici di dodici Ministeri e dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) per garantire la massima efficacia alle decisioni adottate dal Consiglio.

I Membri del Consiglio durano in carica un biennio e sono nominati con Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico.

Al fine di potenziare e rendere operative le linee strategiche che costituiscono il fulcro delle attività del CNALCIS e di garantire la rappresentanza e la sinergia tra interessi pubblici e privati, in funzione delle tematiche trattate e su invito del Presidente, partecipano ai lavori del Consiglio due Commissioni Consultive Permanenti:

I componenti del Consiglio contribuiscono a:

  • individuare le linee strategiche e le relative attività di contrasto alla contraffazione e all’Italian Sounding da attuare in relazione alla priorità che il Consiglio si propone di perseguire;
  • elaborare proposte di intervento congiunte da mettere in atto negli ambiti prioritari definiti dal Consiglio;
  • informare il CNALCIS in merito all’attuazione delle iniziative di propria competenza in materia di anticontraffazione.

 

Torna su